Menu utente
Chiudi menu
Rimedi antichi, benefici senza tempo

Rimedi antichi, benefici senza tempo

Immagine 1Combattere la stitichezza con le prugne secche non è solo una pillola di saggezza dei nostri nonni.

A cantare le lodi di questo rimedio piuttosto datato si aggiunge oggi un gruppo di ricercatori dello Iowa Carver College, che oltre a confermare le proprietà lassative delle prugne secche, ne sottolineano la superiorità rispetto ad altri rimedi naturali. Le conclusioni dei ricercatori statunitensi si basano sui risultati di uno studio che ha sottoposto un gruppo di volontari a due diversi regimi alimentari: uno prevedeva il consumo di 50 grammi di prugne secche al giorno, mentre l’altro l’assunzione giornaliera di 11 grammi di psillio, una fibra naturale nota per le sue proprietà anti-stipsi. Dopo 3 settimane di “trattamento” i ricercatori hanno osservato che i movimenti intestinali dei partecipanti allo studio erano decisamente aumentati, ma in modo più marcato nel gruppo che aveva consumato le prugne secche rispetto a chi aveva assunto lo psillio.

Le virtù lassative delle prugne secche - e delle prugne in generale - sono da ricondurre al sorbitolo, una sostanza di cui questo frutto è ricco e che ha la capacità di richiamare acqua dall’intestino promuovendo la formazione di feci morbide e favorendo l’evacuazione. In particolare il sorbitolo è più abbondante nel frutto secco - 15 grammi per 100 grammi di frutto contro i circa 190 mg per 100 grammi di prugna fresca- e questo spiega perché per contrastare la stipsi sia più vantaggioso consumare la prugna disidratata.
Altri articoli che potrebbero interessarti

Una soluzione per l’ansia e i chili di troppo?

Assumere la giusta quantità di probiotici aiuterebbe non solo a perdere peso ma anche a controllare l’ansia.
Una soluzione per l’ansia e i chili di troppo?

Senza potassio l’intestino si impigrisce

Quando la stitichezza è accompagnata da crampi agli arti e da uno stato generale di spossatezza la causa potrebbe essere una carenza di potassio.
Senza potassio l’intestino si impigrisce

Verdura e frutta: meglio se arancioni

Per combattere il gonfiore addominale è risaputo che la scelta degli alimenti è molto importante. In tema di vegetali la stagione primaverile offre un’ampia scelta di prodotti utili a contrastare efficacemente questo fastidioso disturbo, come la frutta e la verdura di colore giallo-arancione.
Verdura e frutta: meglio se arancioni

Allenarsi all’arrivo del ciclo

La sindrome premestruale è un disturbo molto comune tra le donne in età riproduttiva, che ha anche la stitichezza tra i suoi (tanti) fastidiosi sintomi. L’esercizio fisico aerobico potrebbe aiutare a combatterla.
Allenarsi all’arrivo del ciclo

Zuccheri da selezionare con cura

Chi soffre di intestino irritabile avrà certo familiarità con quel fastidioso gonfiore che spesso si presenta dopo aver mangiato qualche cucchiaino di miele o dopo avere ecceduto nel consumo di datteri o prugne, uva e fichi secchi.
Zuccheri da selezionare con cura

Per un cambio di stagione senza scosse

Spesso al cambio di stagione, con la variabilità del clima e delle temperature e l'accorciamento o l’allungamento delle giornate, l’organismo, e l’intestino in particolare, ne può risentire.
Per un cambio di stagione senza scosse

Il benessere è nel picnic

Al parco, al mare o in montagna, con la bella stagione un pranzo all’aria aperta è la soluzione perfetta per mangiare piacevolmente immersi nella natura. Ecco qualche indicazione per un pasto sano e anti-calura estiva.
Il benessere è nel picnic

Dieta e sedentarietà cronicizzano la stipsi

Seguire una dieta scorretta e restare seduti molte ore al giorno aumenta il rischio di soffrire di costipazione cronica.
Dieta e sedentarietà cronicizzano la stipsi

Un’accoppiata vincente

Dei benefici dei probiotici si parla da ormai da qualche anno, ma è recente l’evidenza che il consumo di un latte fermentato contenente ceppi di bifidobatteri e di lattobacilli è in grado di ridurre il malessere legato al gonfiore addominale.
Un’accoppiata vincente

Dolce per il palato, buono per la pancia

Un frullato di avena e ciliegie essiccate, oltre a essere una bevanda gustosa e originale per il palato, è un toccasana per l’intestino pigro.
Dolce per il palato, buono per la pancia

Grassi da bandire

In una dieta sana ed equilibrata il 20-35% delle calorie complessive deriva dai grassi (noti anche come lipidi), che non devono mancare se si vuole rimanere in buona salute. Che siano insaturi, saturi o trans, i grassi alimentari sono tutti uguali per quanto riguarda le calorie che apportano. Sul piano qualitativo invece....
Grassi da bandire

Un aiuto per l’intestino

Piccoli, lucidi e dorati: sono i semi di lino, ricavati dal Linum Usitatissimum, una pianta dalle molteplici proprietà utilizzata fin dal tempo degli Egizi per uso tessile. Ne basta un cucchiaio ogni giorno accompagnato da qualche bicchiere d’acqua dire addio alla stitichezza.
Un aiuto per l’intestino

La salute è preconcezionale

Prima di pianificare una gravidanza è bene sapere che la dieta e lo stile di vita nel periodo che precede il concepimento si ripercuotono sulla salute del bambino.
La salute è preconcezionale

La dieta senza glutine

Seguire una dieta gluten free, vuol dire prestare particolare attenzione nell’evitare i seguenti alimenti...
La dieta senza glutine

In aiuto agli eccessi

Capita a tutti di provare una sensazione di gonfiore dopo una cena o un pranzo con troppe portate e qualche bicchiere di vino in più. Bisogna sapere che tra gli alimenti del giorno dopo ce ne sono alcuni particolarmente utili per ritornare in forma.
In aiuto agli eccessi

I magnifici quattro

L’aria di primavera si sa è foriera di buone nuove, insieme però a qualche piccolo disturbo che eviteremmo volentieri. Sbalzi di temperatura e cambio dell’ora possono provocare infatti una serie di fastidi a livello dell’apparato digerente - uno dei più sensibili ai cambi di stagione - come la classica pancia gonfia e l’irritabilità intestinale.
I magnifici quattro

È primavera, svegliatevi intestini

La stitichezza si combatte - anche - con i germogli di broccolo, soprattutto adesso con l’arrivo della bella stagione. A dimostrare gli effetti benefici dei teneri virgulti sono i risultati di uno studio giapponese, che ha evidenziato come gli effetti intestinali benefici del broccolo sarebbero dovuti al sulforano, una molecola ad attività antiossidante contenuta in quantità elevate nei germogli.
È primavera, svegliatevi intestini

Proprietà terapeutiche del diario

Scrivere un diario può essere utile al benessere dell’intestino. Infatti “carta e penna” sembrano alleviare i sintomi della sindrome del colon irritabile, tra cui dolore addominale, stitichezza e gonfiore.
Proprietà terapeutiche del diario

Anche il microbiota ha un “peso” nella dieta

Se la dieta dimagrante non funziona potrebbe esserci problemi alla flora batterica intestinale. Infatti, quando i batteri dell’apparato gastrointestinale sono abituati a una dieta ricca di grassi, potrebbero ostacolare la perdita di peso se si passa a un regime alimentare ipocalorico.
Anche il microbiota ha un “peso” nella dieta

Se non è glutine sarà fruttano?

Il gonfiore addominale di cui molte persone soffrono dopo aver ingerito alimenti contenenti frumento potrebbe essere dovuto a una particolare sensibilità al fruttano e non al glutine come comunemente si crede.
Se non è glutine sarà fruttano?

Dieta senza lievito di birra

Il lievito di birra è prevalentemente costituito da colture di Saccharomyces cerevisiae, impiegato principalmente nei processi di panificazione nella realizzazione di prodotti da forno (pane, pizza, biscotti, focacce) e nella produzione di vino e birra
Dieta senza lievito di birra

La salute è integrale

In caso di stitichezza ben venga il consumo di cereali come riso, grano, avena o orzo, purché integrali. A dimostrarlo è uno studio recentemente pubblicato sull’autorevole rivista American Journal of Clinical Nutrition, che ha valutato gli effetti di una dieta a base di cereali integrali o raffinati sulla salute intestinale di 81 adulti sani.
La salute è integrale

Il beneficio in una tazza di tè

Il tè verde non solo migliora il benessere gastrointestinale, ma è anche un buon rimedio contro la stitichezza. Consumata con moderazione questa bevanda stimola infatti l’intestino pigro e regolarizza le evacuazioni.
Il beneficio in una tazza di tè

Né buono né cattivo

È più sano mangiare pane bianco o pane integrale? I nutrizionisti preferiscono in genere il pane integrale per il suo elevato contenuto di fibre e per il basso indice glicemico, che lo rende meno a rischio di innalzare la glicemia. In realtà, almeno secondo quanto evidenzia uno studio israeliano pubblicato sulla rivista Cell Metabolism, non è possibile distinguere tra un pane sano e uno meno sano, perché i benefici di uno o dell’altro dipendono dal singolo individuo, o meglio dal suo corredo di batteri intestinali.
Né buono né cattivo
Cliccando sui banner si accede al Riassunto delle caratteristiche di prodotto
benessere intestinale social