Menu utente
Chiudi menu

La stitichezza è sempre stato un mio problema, ma ultimamente sta degenerando al punto che mi vedo costretta ad assumere dei lassativi. Esistono degli alimenti per aiutare l’intestino stitico?

La stitichezza è un problema complesso, quanto è complesso ed intricato il sistema enterico; può dipendere da moltissimi fattori, tra cui una scarsa e fisiologica motilità intestinale, una condizione psicosomatica legata alla possessività o sbagliate abitudini alimentari.

Rieducare l’intestino: questo è sicuramente quello che si può fare con l’alimentazione, ricreando quel ritmo regolare di evacuazione che col tempo dovrà diventare una costante giornaliera. Per ottenere questo, a colazione non potrà mai mancare uno yogurt con 3 cucchiai grandi di semi di lino (i semi di lino a contatto con il nostro intestino creano una mucillagine gelatinosa capace di favorire l’evacuazione) ed una tazza di acqua calda con mezzo limone spremuto (si ricordi che l’acqua fredda con il limone è astringente, mentre l’acqua calda con il limone è emolliente).

Consumare regolarmente spinaci cotti, tra le verdure sono quelle con il più alto potere emolliente. Ridurre il consumo di carne rossa, patate ed insaccati. Bere almeno 1,5 l al giorno di acqua; il problema della stitichezza è spesso legato alla secchezza e disidratazione delle feci. Sconsiglio l’uso regolare di kiwi in quanto potrebbero alla lunga creare fenomeni irritativi a livello intestinale; caldamente consigliate invece le prugne cotte: mettere 4-5 prugne in una pentola, coprirle con poca acqua e fare bollire per alcuni minuti; lasciarle riposare tutta notte e mangiarle il giorno successivo.
Questa risposta ti è stata utile?
Vuoi fare una differente domanda all'esperto?
Altre domande che potrebbero interessarti
Cliccando sui banner si accede al Riassunto delle caratteristiche di prodotto
benessere intestinale social
🕑