Menu utente
Chiudi menu

E’ vero che il Miso è considerato un alimento toccasana per l’intestino. Può essere assunto regolarmente?

Il Miso è un condimento derivato dalla fermentazione dei semi di soia con diversi cerali, in presenza di un fungo l'Aspergillus oryzae, in grado di intaccare gli amidi dei cereali e di trasformarli in zuccheri semplici, conferendo a questo alimento importanti proprietà curative.

In commercio esistono diverse preparazioni di miso, le cui formulazioni variano per gli ingredienti utilizzati e per il tempo di fermentazione (la miglior qualità è quella sottoposta alla fermentazione più lunga).

Ecco le qualità base delle diverse preparazioni:
  • l’Hatcho Miso, il miso di soia (almeno 2 anni di fermentazione, gusto salato)
  • il Kome miso a base di riso (fermentazione di 12/18, gusto dolce)
  • il Mugi miso a base di orzo (fermentazione di 18/24 mesi, gusto deciso)
  • il Genmai miso a base di riso e orzo
La pasta di miso assume così importanti proprietà atte a favorire i processi digestivi. Inoltre il miso contiene molti enzimi utili non solo alla digestione ma anche al riequilibrio della flora intestinale. E’ ricco di proteine nobili ( fino al 20 %), di vitamine del gruppo B e di lecitina. Tra le più importanti proprietà benefiche di questo prezioso alimento si ricorda:
  • alto potere alcalinizzante;
  • alto contenuto di fermenti vivi;
  • detossificante intestinale; ha la capacità di smuovere i ristagni nell’ intestino;
  • disinfiammante intestinale;agisce su problemi di gonfiore intestinale.
Se ne consiglia l’utilizzo anche quotidiano in aggiunta a zuppe, minestroni o passati.
Questa risposta ti è stata utile?
Vuoi fare una differente domanda all'esperto?
Altre domande che potrebbero interessarti
Cliccando sui banner si accede al Riassunto delle caratteristiche di prodotto
benessere intestinale social