Menu utente
Chiudi menu

Cosa sono i funghi medicamentosi? Qual'è il più indicato per i problemi intestinali?

L’utilizzo dei funghi in oriente come supporto fitoterapico a diverse problematiche fisiche, fa parte della tradizione millenaria della medicina tradizionale cinese.

Verso gli anni 70’ anche in occidente si accese l’interesse verso questa questa particolare tipo di terapia integrativa oggi nota sotto il nome di micoterapia.

Si conoscono diversi funghi considerati medicamentosi, le cui proprietà sono ormai supportate da diversi studi scientifici.

Il fungo più interessante per i problemi intestinali si chiama Hericium Erinaceus; diversi studi hanno confermato che i benefici di questo fungo sono maggiormente a carico degli epiteli delle mucose del tratto gastrointestinale (stomaco, intestino) e del sistema nervoso. L’alto potere cicatrizzante, lo vede principalmente utilizzato nel risolvere problematiche quali ulcere gastriche, chron, danni intestinali da celiachia.

Come tutti i funghi medicinali, anche l’Hericium è ricco in β-glucani e polisaccaridi (erinacine, ericenoni),con una spiccata azione antitumorale, nonché stimolazione della produzione di Nerve Growth Factor (NGF-scoperto da Rita Levi-Montalcini), una proteina che permette lo sviluppo del sistema nervoso.

Può essere utilizzato in compresse sotto forma di fitoterapico, oppure in cucina in aggiunta a zuppe o contorni di verdure; in quest’ultimo caso però il principio attivo sarà meno concentrato e si dovranno utilizzare dose elevate del fungo per beneficiare dei suoi aspetti curativi.
Questa risposta ti è stata utile?
Vuoi fare una differente domanda all'esperto?
Altre domande che potrebbero interessarti
Cliccando sui banner si accede al Riassunto delle caratteristiche di prodotto
benessere intestinale social