Menu utente
Chiudi menu
Pranzi in famiglia

Pranzi in famiglia

Al bambino fa bene mangiare a tavola con mamma e papà. Uno studio canadese condotto dall’Università di Montreal su circa 1.500 bambini di 10 anni ha dimostrato che quelli che abitualmente trascorrevano il tempo dedicato al pranzo o alla cena in compagnia dei genitori, dei fratelli o dei babysitter avevano una salute psicofisica generale migliore, consumavano meno bevande gassate ed erano emotivamente più sicuri di quelli che mangiavano ogni giorno da soli.

I risultati della sperimentazione, che sono stati pubblicati sulla rivista Journal of Developmental & Behavioural Pediatrics, dimostrano l’importanza dell’ambiente familiare e della socialità per il benessere a lungo termine dei bambini in un momento storico in cui la tendenza a mangiare insieme sembra essere in declino. Meglio ancora se i piccoli sono coinvolti nella preparazione dei pasti: saranno più propensi a mangiare frutta e verdura e ad assaggiare cibi nuovi rispetto ai loro coetanei che non lo fanno.
Altri articoli che potrebbero interessarti

Più magri con i latticini a colazione

È ormai noto che per perdere peso bisogna prestare attenzione alla composizione dei tre pasti principali, a partire dalla colazione, che deve essere abbondante e ricca di proteine.
Più magri con i latticini a colazione

Il benessere viene dal cavolo nero

Reperibile da novembre fino ad aprile soprattutto nelle regioni centrali e meridionali della nostra penisola, il cavolo nero rappresenta una di quelle verdure che non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole in questa stagione dell’anno.
Il benessere viene dal cavolo nero

La dieta anticrisi per gli anziani

Una dieta sana ed equilibrata, commisurata alle esigenze dell'età è fondamentale anche per le età più avanzate, ma in questi tempi di crisi gli anziani fanno fatica ad arrivare a fine mese e sono sempre più a rischio di malnutrizione.
La dieta anticrisi per gli anziani

Dieta e sedentarietà cronicizzano la stipsi

Seguire una dieta scorretta e restare seduti molte ore al giorno aumenta il rischio di soffrire di costipazione cronica.
Dieta e sedentarietà cronicizzano la stipsi

Se non è glutine sarà fruttano?

Il gonfiore addominale di cui molte persone soffrono dopo aver ingerito alimenti contenenti frumento potrebbe essere dovuto a una particolare sensibilità al fruttano e non al glutine come comunemente si crede.
Se non è glutine sarà fruttano?

Intolleranza al lattosio

I sintomi delle persone affette da intolleranza al lattosio possono includere dolore addominale, gonfiore addominale, gas, diarrea e nausea. Tali sintomi possono essere gestiti con la modifica delle abitudini alimentari.
Intolleranza al lattosio

Da noi la celiachia è ancora sottostimata

Non dev'essere facile, nel paese per antonomasia della pasta e della pizza, essere intolleranti al glutine che si trova nel grano e nei suoi derivati, quindi in molti piatti tipici italiani. Ma è proprio quanto accade ai celiaci...
Da noi la celiachia è ancora sottostimata

È tempo di caldarroste

Insieme ai suoi colori l’autunno è arrivato con una gerla piena di deliziosi frutti di stagione: castagne, uva, fichi, cachi. Le castagne in particolare, oltre a essere la gioia di adulti e bambini, sono un valido aiuto contro la stitichezza dei più piccoli.
È tempo di caldarroste

Sì alle fibre anche nel weekend

Tutta la settimana a dieta e poi dal venerdì alla domenica si scordano frutta e verdura e si da via libera al cosiddetto junk food. Oltre all’inevitabile e dannoso effetto yo-yo sul peso, i weekend senza regole alimentari danneggiano l’intestino e i preziosi batteri che lo popolano, fra i primi responsabili del nostro benessere.
Sì alle fibre anche nel weekend

Meno mangi meno invecchi

Mangiare meno può aiutare a rimanere giovani. Ridurre le calorie introdotte ogni giorno potrebbe infatti ritardare il processo di invecchiamento delle cellule perché rallenterebbe l’attività dei ribosomi, organelli cellulari responsabili della produzione di proteine.
Meno mangi meno invecchi

Strategie da rientro

È ormai settembre: il rientro dalle vacanze ha portato con sé un intestino più pigro del solito. La causa è da cercare nelle abitudini alimentari non sempre salutari tipiche del periodo estivo. Ritrovare la normalità non è difficile, basta recuperare uno stile di vita un po’ più sobrio.
Strategie da rientro

Il segreto della linea è francese

In tema di controllo del peso, il modello francese sembra essere quello vincente: tre pasti al giorno, a orari fissi, seduti a tavola, con altre persone, in piacevole compagnia. Chi aderisce maggiormente a questo stile alimentare, che tanto rispecchia la cultura del bacino mediterraneo, ha minori probabilità di essere sovrappeso o obeso.
Il segreto della linea è francese

Combattere la stitichezza anche con la testa

Soffrire di stipsi può indurre a chiudersi in sé stessi e persino a provare un senso di colpa per il disturbo.
Combattere la stitichezza anche con la testa

Una questione “succosa”

Ai bambini il succo di frutta è generalmente più gradito della frutta fresca per la sua consistenza. Per questo motivo il succo rappresenta per i genitori una valida alternativa quale fonte naturale di vitamine, sali minerali e di fibre, soprattutto se il bambino soffre di intestino pigro.
Una questione “succosa”

Il caldo si combatte a tavola

Nei mesi più caldi dell’anno quando spesso si parte per le vacanze seguire un’alimentazione sana ed equilibrata è ancora più importante per il benessere del nostro organismo, intestino compreso.
Il caldo si combatte a tavola

Il primo passo è idratare bene

Con l’arrivo della bella stagione e del caldo è fondamentale bere molti liquidi per garantire un’adeguata idratazione dell’organismo, che così svolge al meglio tutte le sue funzioni, tra cui anche quelle intestinali e digestive.
Il primo passo è idratare bene

Il pasto sano è domestico

Se volete che i vostri bambini stiano bene, non fateli mangiare troppo spesso fuori casa. La raccomandazione arriva da uno studio portoghese recentemente pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition, che ha studiato l’associazione tra obesità infantile e abitudine a pranzare fuori casa.
Il pasto sano è domestico

Malesseri (in)evitabili

La stitichezza in gravidanza è una condizione frequente, dovuta a cambiamenti fisiologici e ormonali che inducono un rallentamento generale della funzione intestinale.
Malesseri (in)evitabili

Il girovita ringrazia

È estate, tempo di viaggi, di piacevoli distrazioni e di benessere psicofisico, ma anche di abitudini alimentari non proprio benefiche per l’intestino.
Il girovita ringrazia

Verdura e frutta: meglio se arancioni

Per combattere il gonfiore addominale è risaputo che la scelta degli alimenti è molto importante. In tema di vegetali la stagione primaverile offre un’ampia scelta di prodotti utili a contrastare efficacemente questo fastidioso disturbo, come la frutta e la verdura di colore giallo-arancione.
Verdura e frutta: meglio se arancioni

Per un cambio di stagione senza scosse

Spesso al cambio di stagione, con la variabilità del clima e delle temperature e l'accorciamento o l’allungamento delle giornate, l’organismo, e l’intestino in particolare, ne può risentire.
Per un cambio di stagione senza scosse

La disciplina che viene dal nord

Camminare fa bene a tutti, soprattutto se a passo alternato e con la spinta sui bastoncini. Per chi ha superato i 60 anni, la camminata con le racchette - o nordic walking - è ancor più raccomandata quale forma sicura di esercizio aerobico, che migliora la salute gastrointestinale oltre che quella cardiocircolatoria.
La disciplina che viene dal nord

Piccoli, ma spesso costipati

L’intestino pigro è una problematica comune anche tra i bambini, colpendo mediamente il 12% della popolazione pediatrica e arrivando a toccare anche tassi di incidenza del 30%.
Piccoli, ma spesso costipati

Un’accoppiata vincente

Dei benefici dei probiotici si parla da ormai da qualche anno, ma è recente l’evidenza che il consumo di un latte fermentato contenente ceppi di bifidobatteri e di lattobacilli è in grado di ridurre il malessere legato al gonfiore addominale.
Un’accoppiata vincente
Cliccando sui banner si accede al Riassunto delle caratteristiche di prodotto
benessere intestinale social