Menu utente
Chiudi menu

Sono affetta dal morbo di Crohn, sto considerando l’idea di intraprendere un’alimentazione alternativa per alleviare il mio problema. Cosa prediligere tra il vegano ed il vegetariano?

Il morbo di Crohn è una malattia autoimmune, che vede il sistema immunitario coinvolto in un’aggressione del tratto gastrointestinale, provocando uno stato infiammatorio cronico dell’intestino. Le scelte alimentari, mai come in questo caso possono essere di grossa utilità, riducendo da un lato il processo infiammatorio locale e modulando dall’altro la reattività immunologica.

In fase acuta, con forte recrudescenza dei sintomi, consiglio un regime vegano, privo quindi di proteine animali, compresi i latticini, la cui azione pro infiammatoria è ormai nota da tempo. In questa fase sarebbe opportuno evitare anche cereali contenenti il glutine (grano, kamut, farro, orzo ed avena) prediligendo riso, quinoa, grano saraceno, mais, miglio e teff. Una dieta vegana risulta però per molte persone troppo restrittiva e faticosa da portare avanti per molto tempo, ecco quindi l’indicazione nel proseguire con una dieta vegetariana, limitando però il consumo di formaggi freschi ad una sola volta a settimana, ed abolendo completamente quelli stagionati.

Esistono poi alimenti capaci di svolgere un’importante azione modulatrice sul sistema immunitario, tra questi ricordo il fungo shiitake, un fungo medicinale, di cui sono note da anni le sue proprietà protettive antitumorali; si utilizza in cucina come qualsiasi altro fungo, ottimo usato come risotto o sotto forma di zuppa da consumare almeno due o tre volte a settimana.
Questa risposta ti è stata utile?
Vuoi fare una differente domanda all'esperto?
Altre domande che potrebbero interessarti
Cliccando sui banner si accede al Riassunto delle caratteristiche di prodotto
benessere intestinale social